Prevenire è meglio che curare

a cura di Cristina Guerriero e Inge Cipriano
L’udito è uno dei sensi più importanti che ci permette di rapportarci con l’ambiente esterno e con chi ci circonda. Proprio per questo motivo è fondamentale il benessere del nostro apparato uditivo; infatti l’esposizione frequente a rumori eccessivi, smartphone, cuffie, musica troppo alta, ci sottopone a frequenze che possono danneggiare l’udito non solo negli anziani, ma anche nei più giovani.
In caso di mancata cura del proprio apparato uditivo si può incorrere nell’ipoacusia. Questa patologia comporta la riduzione o la perdita del senso dell’udito e può interessare uno solo o entrambe le orecchie, comportando una riduzione uditiva lieve, media o grave. In Italia il 12,1% della popolazione, circa 7 milioni di abitanti, soffre di questo problema. Va però fatta una differenziazione tra le classi di età, evidenziando un aumento percentuale significativo proporzionale all’avanzamento della stessa. Con l’invecchiamento, infatti, i casi di ipoacusia (che in questo caso viene definita presbiacusia), presenti al 25% nella popolazione che va dai 61 agli 80 anni, aumentano fino al 50% tra gli over 80.
I soggetti affetti da ipoacusia non solo non possono usare al 100% uno dei 5 sensi, ma spesso provano un forte disagio sociale legato alla patologia stessa: basti pensare al fatto che essi sentano la necessità di alzare in modo eccessivo il volume della televisione, chiedano di ripetere ciò che gli viene detto, e conseguentemente siano inibiti nella partecipazione attiva alle conversazioni.
Ciò che ci verrebbe da dire, banalmente, a seguito di queste considerazioni, è che prevenire è meglio che curare!
Una delle principali modalità per prevenire questo tipo di disturbo, è quella di sottoporsi a dei controlli periodici.
La farmacia Pelosi di Frigento, a tal proposito, si preoccupa di sensibilizzare la cittadinanza tramite un atto concreto: l’organizzazione di una giornata di visite a cadenza mensile. Queste visite, tenute il primo mercoledì del mese, sono completamente gratuite e presiedute da un tecnico Amplifon, che effettua la misurazione dell’udito e fornisce eventualmente un apparecchio da tenere in prova per un arco di tempo di trenta giorni. Questo si potrà successivamente acquistare, se contenti del servizio, o, in caso contrario, restituire. Verrà inoltre fornita assistenza durante l’utilizzo dell’apparecchio, complessiva di cambio batterie qualora necessario. Per facilitare il lavoro all’operatore e a chi si occupa del servizio, è preferibile effettuare una prenotazione del servizio, sebbene essa non sia obbligatoria.
Perciò invitiamo calorosamente la popolazione a partecipare all’iniziativa e a prendersi quotidianamente cura del proprio benessere uditivo.

Condividi:
Torna su