I casatielli

di Rosamaria Di Stefano

In questa puntata ho deciso di cimentarmi con la ricetta dei casatielli. Li ho conosciuti qui a Frigento, li faceva mia suocera Anna, che ho purtroppo perso troppo presto. Ma si sa i ricordi sono legati a emozioni e sapori. Userò la ricotta di pecora preparata il mese scorso da mia madre Dorina. Ricordate, vero? Se non la ricordate, ecco il link per rispolverare un po’ la memoria!

Ingredienti per 16 casatielli


Ripieno:
600 g di ricotta di pecora
4 albumi
5 /6 cucchiai di zucchero
60 g di riso bollito
Buccia di limone e arancia

Sfoglia
600 g di farina 00
4 tuorli
2 cucchiaini di sugna o burro
6 cucchiai di zucchero
Buccia grattugiata di limone e arancia

Schiacciare la ricotta con la forchetta e aggiungere lo zucchero, il riso precedentemente bollito, gli albumi e una bella grattugiata di scorza di limone e di arancia. Mescolare il tutto. Il risultato deve essere un impasto non liquido, ma cremoso. A questo impasto si può aggiungere gocce di cioccolato, vaniglia, oppure un po’ di liquore per dolci (anice o strega) o anche della cannella. Io preferisco poco i sapori alcolici nei dolci e non li uso: amo la semplice naturalezza dei cibi genuini.

Prepariamo la sfoglia:

Posizionare la farina su una spianatoia e creare un cratere. Versare al suo interno i tuorli, due cucchiaini di sugna, 4/5 cucchiai di zucchero, scorza di limone e arancia e impastare (aggiungere un po’ di acqua se necessario). Il risultato dopo una decina di minuti di lavorazione è una spianatoia pulitissima e un panetto liscio e omogeneo. Coprire il panetto con un canovaccio e una ciotola capovolta.

Assaggiare il ripieno di ricotta e riso e aggiungere un po’ di zucchero se necessario. Il mio è squisito e quindi lo lascio così com’è! Non so perché si mette il riso, forse è simbolo di fertilità e abbondanza, e si usa come buon auspicio per la primavera, così come si fa con il grano nella pastiera.

Dopo aver lasciato riposare il panetto per 20 minuti, riprenderlo e tirare la sfoglia con il LAENATURO (se non lo avete in casa, va bene anche il mattarello!!!). Creare dei quadrati con la rotella dentata e posizionare un bel cucchiaio di ripieno al centro di ogni quadrato. Chiudere i quattro angoli formando una croce: significherà qualcosa anche questo, visto che si preparano per la Pasqua! Adagiarli in teglia e infornare a 180 gradi per 40 minuti circa. Durante la cottura si sono aperti un po’, credo perché troppo farciti. Questo è il risultato: profumatissimi! La forma magari non è esatta, ma il sapore sì! Il sapore dei casatielli e il divertimento nel prepararli non hanno eguali.

https://youtu.be/O5gXvnYHqxM
Condividi:
Torna su