Io e il mio papà e la passione per lo sci

di Francesca Genua (7 anni) e suo papà Gianluca

Il mio papà ama sciare ed è anche molto bravo a farlo. Da quando ho iniziato ad imparare posso seguirlo e stargli fianco a fianco nelle sue lunghe discese. A dire il vero, qualche volta, lo supero anche.

Quando parla dello sci, il mio papà si emoziona…

Un famoso scienziato che si chiama Konrad Lorenz ha scritto che “una delle qualità della natura dell’uomo, forse la sua qualità principale, è quella che lo spinge continuamente e con curiosità a esplorare ogni cosa.” 

Io, ad esempio, osservo mio fratello che, da quando ha iniziato a gattonare, gira dappertutto, tocca e mette in bocca qualsiasi cosa, esplora la nostra casa come se fosse un luogo incantato e meraviglioso.

Questa è la sensazione che si prova quando si raggiunge la vetta di una montagna ricoperta di neve, con i suoi orizzonti sconfinati che fanno crescere dentro la voglia di scoprire cosa c’è più lontano, e poi ancora più in là. 

Papà mi insegna molte cose sullo sci. Mi dice che la mattina sto con il maestro e il pomeriggio sto con lui. E a furia di sciare sono diventata davvero brava. È come quando impari ad andare in bicicletta… poi non te lo scordi mai più. A poco a poco scopri che lo sci non è una cosa così difficile perché se ci provi è bello, ti mette allegria e ti fa divertire. 

Ti permette di vedere luoghi che, differentemente, non potresti mai vedere. 

Poi, lo sci è un po’ come la scuola: all’inizio pensi che sia brutta, ma invece non lo è. In realtà è bello perché, sia nello sci che a scuola, si imparano cose nuove e si conoscono nuovi maestri e nuovi compagni con i quali affrontare tante avventure. 

Se c’è una cosa che il mio papà mi ha insegnato è che prima di fare una cosa non puoi dire che sarà brutta o difficile perché se non la provi non puoi saperlo. 

Quando scio mi sento bene, mi sento libero e non avverto la fatica. Gli scenari non sono mai monotoni e anche lo stesso paesaggio muta e si trasforma a seconda delle ore della giornata. Mi piace guardare la montagna con gli occhi di un bambino, respirare la fresca aria mattutina e inseguire il sole al tramonto. Spero di riuscire a trasmetterti questa mia passione, il valore del sacrificio di alzarsi presto la mattina quando il cielo inizia a colorarsi e la neve regala emozioni indescrivibili.

Con la tua bravura e pazienza già mi hai trasmesso gran parte della tua passione. Sai papà, quando scio con te al mio fianco mi sento sicura e penso di poter fare sempre di meglio. Spero tu sia orgoglioso di quello che imparo ogni giorno così come io lo sono di te, il mio maestro preferito.

Condividi:
Torna su