La festa di San Rocco

di Rocco Flammia

Il 16 agosto di ogni anno a Frigento si festeggia una delle celebrazioni più importanti del paese, la Festa di San Rocco. In questa giornata i balconi del paese vengono adornati con delle decorazioni chiamate “lampioni” realizzate dai devoti in carta velina. Per tradizione e devozione ogni anno viene portata in processione per le strade del paese la statua del Santo preceduta dai mezzetti. Questi sono contenitori fatti in legno a forma di tronco di cono, decorati con intrecci di paglia e vengono portati sul capo delle donne del paese.

La forte devozione a San Rocco da parte dei frigentini nasce quando nel 1860 le zone limitrofe al paese vennero tutte colpite da un’epidemia molto forte di colera. Ci furono numerosi contagi seguiti da molteplici morti , ma Frigento venne risparmiato dal morbo. Molte persone di paesi vicini venivano in pellegrinaggio a Frigento per far visita a San Rocco noto come protettore degli ammalati. Allora si decise di portare la statua del santo in via San Filippo (dove ora si trova l’ex carcere)per far benedire i Paesi vicini e per evitare che la malattia si propagasse anche a Frigento a causa delle numerose visite rivolte al Santo.

Il “vestito” di San Rocco, di valore inestimabile, è stato realizzato con oggetti dorati come collane, orecchini, bracciali e anelli che furono donati al Santo dalle persone guarite dal colera. Oggi la statua del Santo viene conservata nella chiesa ad esso dedicata.

La tradizionale processione dei mezzetti
Condividi:
Torna su