Baccalà alla pertecaregna

di Carmine Cocchiola

Il baccalà alla pertecaregna è un piatto tipico irpino che si prepara con baccalà e peperoni cruschi. Ci sono diverse spiegazioni sull’origine del nome: secondo alcuni deriva dal termine dialettale “pertecara”, che indicava l’aratro perché è un piatto che si preparava generalmente in inverno quando si arava il terreno. L’altra ipotesi deriva da “perteca”, che in dialetto è un bastone utilizzato utilizzato per mettere a seccare le “nzerte”, ovvero delle specie di corone di peperoni.

Ingredienti per 4 persone:

  • 800 grammi di baccalà
  • 10 peperoni cruschi
  • 1 spicchio d’aglio
  • abbondante olio extravergine d’oliva

Preparazione:

Per cucinare il baccalà alla pertecaregna bisogna mettere a “spunzo” (ovvero in ammollo) il baccalà per circa tre-cinque giorni, cambiando l’acqua una o due volte al giorno. Quando il baccalà è pronto, bisogna cuocerlo in acqua bollente per circa 5 minuti. Intanto si scalda l’olio per i peperoni con uno spicchio d’aglio. Poi si aggiungono i peperoni, che vanno girati spesso altrimenti si bruciano. Si condisce il baccalà con i peperoni ed il loro olio di cottura e il baccalà alla pertecaregna è pronto!

Condividi:
Torna su