All’origine della “zeppola”. Deglutizione Disfunzionale, “la funzione e la forma”

di Maria Celeste Salerno

Durante un’intervista, la Dott.ssa Anna Rita Schiattarella, logopedista, laureata nel 2011, afferma di essere fiera della carriera da lei intrapresa: “.. è una professione che ogni giorno mi regala tante piccole soddisfazioni: La comunicazione è vita!”. Infatti è proprio la logopedia ad occuparsi della comunicazione, sia orale che scritta, del linguaggio. Inoltre sostiene che tra tutte le funzioni orali trattate dal logopedista quella della deglutizione sia la più interessante, “affascinante”: l’aspetto che più colpisce è come LA FUNZIONE (respirazione, suzione ,masticazione deglutizione) influenzi LA FORMA (struttura bucco- maxillo- facciale) o viceversa.

Che cos’è la deglutizione disfunzionale?
La deglutizione disfunzionale può essere definita come il permanere della deglutizione infantile ovvero quando la lingua, a riposo e durante la deglutizione, spinge contro i denti incisivi o tra essi e non contro la papilla retroincisale (area situata dietro gli incisivi superiori) che possiamo definire come il punto più forte che può “sostenere” la forza della lingua.

Quali sono le cause e le conseguenze?
Le cause principali possono essere:
Vizi orali come succhiamento del dito , uso protratto del ciuccio e del biberon, morso del labbro o delle guance ,onicofagia.
Patologie vie aeree superiori che inducono il soggetto ad una costante respirazione orale con conseguente posizione bassa della lingua
Alimentazione troppo infantile protratta nel tempo
Disfunzioni del S.N.C.(sindrome di Down, P.C.I. o disabilità intellettive)
Le conseguenze principali possono essere:
Malocclusione dentale
Deficit di pronuncia a carico di alcuni suoni( /s/, /z/, /r/ )
Palato ogivale
Problemi di masticazione
Problematiche posturali
Alterazioni estetiche e mimiche
Come si riconosce di averla?
Gli indicatori più comuni sono i difetti di pronuncia , come il sigmatismo (conosciuta comunemente con il nome di “zeppola”), postura bassa della lingua a riposo , masticazione troppo lenta o al contrario troppo veloce, deglutizione con la lingua che spinge contro o tra i denti.

Si può rimediare? Se sì, come?
La prima cosa da fare è intercettare la causa della deglutizione disfunzionale tramite una valutazione accurata e partire da essa. Il trattamento d’elezione per la deglutizione disfunzionale si chiama terapia miofunzionale (TMF) effettuata dal logopedista, quest’ultima è una terapia che si effettua solitamene in combinazione con il trattamento ortodontico. La TMF è un trattamento che ha come obiettivo principale il ripristino delle funzioni orali alterate impostando una corretta postura linguale sia a riposo che durante la deglutizione .

Condividi:
Torna su